Capitolo quattro.

(Per non perdersi neanche un capitolo della storia seguire il link>https://wp.me/pazPOP-1s)

Sono fuori casa Wheeler quando Brian bussa il campanello. Ad aprirci é Karen, che ci saluta calorosamente e viene ad abbracciarmi dicendomi:«Non sai quanto ci sei mancata, soprattutto a Jennifer.»

«Anche lei mi é mancata tanto.» Rispondo con un filo di voce.

A catapultarsi dal piano di sopra é proprio lei.

É bellissima come sempre: i capelli biondi sono raccolti in uno chignon, i suoi occhi neri esprimono una gioia immensa e indossa un vestito rosso di seta.

«Zoe!!!» Urla correndomi ad abbracciare.

Mi travolge il suo profumo stupendo e costosissimo, ma che mi mancava da morire.

Tutte le ragazze del liceo sono invidiose di lei solamente perché é perfetta e meravigliosa. C’é chi dice che sia snob e viziata per il fatto che possieda una villa a tre piani, vestiti di marca e auto di lusso, ma in realtà non la conoscono da sempre, come me.

«Come sta Carol? É da tanto che non la vedo!»

«Benissimo, ha chiesto di tutti voi sommergendo Brian di domande.» Dico accennando una risata.

«Confermo!» Risponde lui con un mezzo sorriso. «É meglio che vi lascio sole, io e Zoe abbiamo già passato 2 ore insieme.» Mi fa l’occhiolino mentre sale in camera sua.

«Vieni Zoe! Ho bisogno di raccontarti tantissime cose!» Dice entusiasta.

Mi prende per mano e mi conduce nella sua stanza la quale é tutta rosa, bianca e lilla. Sembra che un unicorno ci abbia vomitato dentro!

Ci sediamo a gambe incrociate sul pavimento e a parlare per prima é lei:«Zoe, non puoi immaginare quanti ragazzi carini ci siano al liceo!»

«Davvero?» Fingo di essere stupita.

«Si! Ma c’é uno in particolare che mi ha colpito…ci sentiamo solo via SMS e qualche volta ci siamo incontrati nei corridoi di scuola, ma niente di che…»

«NIENTE DI CHE?! Parlate via SMS praticamente tutti i giorni e per te non significa niente?»

«Si qualcosa significa, ma non so ancora bene cosa sia.»

«Beh, uscite! Andate a mangiare qualcosa insieme o a fare una passeggiata! Almeno provaci!»

«Si, hai ragione.» Dice sorridendo.

«Come si chiama il fortunato eh?» Le domando dandole una gomitata.

«Fred Howard, é un giocatore di Baseball.» Risponde arrossendo.

«Su, descrivimelo allora! Sono curiosa!» La incalzo.

«Beh…» é a disagio a parlare di questo argomento. «…É alto, ha un fisico perfetto, ha i capelli mossi e neri, e degli occhi neri come la pece da far paura. É stupendo Zoe, dovresti vederlo!» Dice con aria sognante.

«Magari un giorno me lo farai conoscere.»

«Ovvio che si. E a te? C’é qualcuno che ti tormenta i pensieri?» Mi lancia un sorriso compiaciuto.

In realtà ci sarebbe tuo fratello nel mio cuore, l’unico che ci é sempre stato e dopo di lui non ci sarà piú nessuno perché io desidero un futuro solo con lui.

«No, nessuno. L’amore non fa per me…» fingo, nella speranza che abbocchi. E infatti…

«Lo troverai l’amore della tua vita, sei cosí giovane Zoe! E poi sei stupenda. Tutte vorrebbero avere degli occhi come i tuoi.»

Mi tornano in mente le parole di Brian:

“Hai degli occhi bellissimi, te l’avevano mai detto?”

Scaccio quel pensiero inutile e torno a dedicare la mia piena attenzione a Jennifer.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...